L’Archivio della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano

Evento a contributo minimo aperto a tutti

DOVE

PIATTAFORMA DIGITALE

QUANDO

19/01/2021

CON CHI

DELEGAZIONE FAI DI MILANO

COME

EVENTO VIRTUALE

Cosa faremo

Dalle Giornate FAI d’Autunno 2017, l’Archivio della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, straordinario scrigno di storia, riapre le sue porte per mostrare altri meravigliosi tesori e raccontare alcune delle tante storie custodite tra i dettagli delle migliaia di documenti, pergamene, disegni e fotografie che conserva.
Proprio grazie alla modalità telematica, si può osservare da vicino i particolari più minuti di tanti straordinari testimoni del passato, che proprio in questo momento sono oggetto di un importante progetto di digitalizzazione. 
Dalla concessione della Cava di Candoglia fatta alla Fabbrica da Gian Galeazzo Visconti agli oggetti che il popolo donava per la costruzione della cattedrale, dai progetti più diversi per la facciata alle lettere degli artisti, fino alle fotografie degli interventi di restauro più impegnativi. Un viaggio nel tempo attraverso le tracce di chi ha attraversato i secoli perseguendo la missione di dare alla città una Cattedrale. 
Scopriremo che ogni particolare del Duomo ha una storia conservata in Archivio e che tutte queste storie si intrecciano con le meravigliose opere esposte nel Museo, altro volto imprescindibile dell’infinita fabbrica. 

 

Relatrice: Maddalena Peschiera, laureata in Storia della Chiesa all’Università degli studi di Milano, ha conseguito all’Archivio Segreto Vaticano il diploma di Archivista-Paleografo, perfezionando poi gli studi presso l’Istituto storico italiano per il Medioevo a Roma. Ha condotto ricerche presso la Facoltà di Teologia di Lugano, pubblicando nel 2012 il volume Giansenismo e rigorismo a Lugano nel Settecento. Dai torchi agli scaffali: indagine sul mondo della lettura. Ha collaborato alla valorizzazione del patrimonio documentario dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e di altre istituzioni. 
Dal 2015 è responsabile dell’Archivio della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano.