CHIESA DI S. MARIA DI CASTELNUOVO

Evento a contributo minimo aperto a tutti

DOVE

CHIESA DI S. MARIA DI CASTELNUOVO
Via Angelo Giunta

QUANDO

Dal 16/10/2021 al 17/10/2021

CON CHI

GRUPPO FAI DI RECANATI

COME

EVENTO IN PRESENZA

Le prenotazioni per questo evento sono chiuse
POSTI ONLINE TERMINATI, possibilità di prenotarsi in loco fino al raggiungimento della capienza massima

Cosa faremo

La chiesa di Santa Maria in Castelnuovo, di grande interesse storico e artistico, dalla fine del 2016 è stata chiusa al pubblico e al culto a causa del terremoto che ha segnato tristemente la Regione Marche. L'apertura di questo bene nelle giornate FAI, si inserisce nel completamento dei lavori di restauro e la 'riconsegna del bene alla cittò'. Il percorso, con partenza all'esterno dove di potra ammirare la facciata a capanna con i tre rosoni e il bellissimo portare del 1253 con la lunetta in pietra d'Istria realizzata su tre scomparti, dove al centro si incontra la Madonna in trono con il Bambino benedicente, sulla destra l'Arcangelo Gabriele nel momento di agitare l'incensiere, snella parte di sinistra l'Arcangelo Michele con la bilancia. A fianco alla Madonna in trono incontriamo la scritta: ‘Nel cominciar dell'anno del Signore 1253, 2 di aprile, indizione XI. Il Signor Caro ordinò quest'opera, il maestro Nicola anconetano eseguì questo lavoro'. La visita si sposta successivamente all'interno della chiesa sulla navata destra dove si incontra (a lato dell'entrata) la lapide sepolcrale dei fratelli Flaviano e Matteo Venier fatta realizzare dal fratello Giacomo Arcivescovo di Ragusa. L'interno originario è andato completamente cancellato dai lavori del 1840, anche se recenti restauri hanno riportato alla luce frammenti di antichi affreschi di Pietro da Recanati, risalenti all'inizio del XV secolo. La croce cerchiata in pietra, attualmente sopra il fonte battesimale, era nel rosone centrale. L'affresco raffigurante la Madonna con Bambino è attribuito a Pietro di Domenico da Montepulciano. Fra i dipinti che l'abbellivano erano anche La Trasfigurazione di Lorenzo Lotto, ora nella Pinacoteca di Villa Colloredo Mels, e il Polittico di Guglielmo Veneziano, ora al Museo Diocesano.

Pensiamo alla tua sicurezza

L’accesso è consentito alle sole persone in possesso di certificazione verde Covid-19 (Green Pass).
Il Green Pass non è obbligatorio per minori di 12 anni e soggetti esenti in base a idonea certificazione medica.

L’accesso è consentito solo a chi indossi una mascherina protettiva.

Utilizzate il gel igienizzante messo a vostra disposizione all’inizio del percorso.